UFFICIO NAZIONALE PER LA PASTORALE DEL TEMPO LIBERO, TURISMO E SPORT
DELLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA

Ospitalità Religiosa Italiana: Progetto Ospitalità misericordiosa 2018

"La misericordia non è una parola astratta ma uno stile di vita" (Papa Francesco)
22 febbraio 2018

Nel 2016 il Giubileo straordinario della Misericordia, voluto da Papa Francesco, ha richiamato tutti ad uno spirito misericordioso rivolto verso il prossimo, ancor più se in evidente difficoltà. In questo contesto il portale www.ospitalitareligiosa.it, con l’appoggio dell’Ufficio nazionale CEI per la Pastorale del Tempo libero Turismo e Sport, ha attivato per tutta la durata dell’Anno Santo l’iniziativa “Ospitalità Misericordiosa” dando soggiorno temporaneo e gratuito a famiglie meno abbienti in strutture su tutto il territorio nazionale, affinché trascorressero alcuni giorni di serenità.
Nel 2017 l’iniziativa si è ripetuta con le Settimane della Misericordia, più impegnativa per le strutture di ospitalità, chiamate ad un’accoglienza di più lunga durata.
Complessivamente nelle due edizioni sono state messe gratuitamente a disposizione dei meno abbienti circa 30.000 notti di soggiorno.
Papa Francesco ha apprezzato questo impegno rivolgendo direttamente all’iniziativa, con una lettera del 9 marzo 2017, “gratitudine per il premuroso gesto” e auspicando “un sempre più generoso impegno a favore di quanti sono bisognosi e indigenti”.
Il Pontefice sollecita alla Misericordia affinché continuino i gesti caritatevoli, imprescindibili dall’essere cristiani. La “fantasia della carità” più volte da lui citata, ci porta a riproporre anche quest’anno il progetto. Le strutture religiose di ospitalità e quelle laiche di settore, metteranno gratuitamente a disposizione una camera per alcuni giorni in favore di una famiglia che altrimenti non avrebbe potuto permettersi una breve vacanza.
L’esperienza acquisita nei primi due anni, ci consente di confermare un palinsesto fruibile e semplificato, in modo che i beneficiari e gli offerenti possano trovare maggiore facilità di accesso.
L’accoglienza gratuita da parte delle strutture sarà concentrata da giugno a settembre. Ogni struttura potrà scegliere se aderire con uno o più periodi, indicando le date precise, il numero dei posti letto che mette a disposizione, il tipo di trattamento (BB, HB, FB). In questo modo diocesi, parrocchie e Caritas (garanti dei non abbienti) sarà più semplice individuare la soluzione da proporre ai loro assistiti.
Il tutto è regolato da un Disciplinare che chiarisce a tutti i protagonisti dell’iniziativa i dettagli, i termini, le condizioni e le responsabilità.
In particolare sarà importante identificare quelle situazioni familiari e sociali che meritano davvero un gesto di Misericordia, donando qualche giorno di serenità per chi, nella sofferenza o nella povertà, può trarre un enorme beneficio da un piccolo segno di accoglienza.
Solo le diocesi, le parrocchie e le Caritas potranno richiedere alle strutture le disponibilità offerte, onde evitare che nel delicato approccio all’iniziativa si inseriscano soggetti non autorizzati oppure intenzionati a sfruttare l’opportunità senza averne alcun titolo.

In allegato la Presentazione e il Disciplinare del Progetto 2018