UFFICIO NAZIONALE PER LA PASTORALE DEL TEMPO LIBERO, TURISMO E SPORT
DELLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA

Sussidi Pastorali dell’Ufficio Nazionale Pastorale tempo libero, turismo e sport

Sussidi Pastorali dell'Ufficio dal 1993 al 2015
14 luglio 2004

 In allegato i testi dei Sussidi

"Progettare la Pastorale dello sport in parrocchia" (2015)
In questi anni di lavoro e azione pastorale sono maturate delle intuizioni, delle convinzioni, delle ipotesi veramente innovative applicate ai nostri ambiti di riferimento (in particolare sport e tempo libero).
Due temi stanno riscuotendo maggiore attenzione e applicazione.
Provengono dall’esperienza cristiana e possono essere riferite a diversi ambiti della vita, anche allo sport, al tempo libero, al riposo, alla festa: sono bellezza e minorità.
Questo fascicolo raccoglie idee, riflessioni, pensieri, progetti, strumenti, testi molti dei quali nati o sperimentati nelle nostre Diocesi, Parrocchie, Associazioni, nell’ottica di condividerle con altre comunità cristiane in modo da progettare e realizzare una pastorale dello sport attenta all’uomo, aperta al “divino”, motivata sul versante educativo.

"Parrocchia e Pastorale del turismo, dello sport, del pellegrinaggio" (2004)
La scelta pastorale che privilegia la “centralità della parrocchia da parte dei Vescovi delle Chiese d’Italia, identificata quale “luogo anche fisico a cui la comunità cristiana fa costante riferimento appare non solo di valore strategico nella elaborazione e nella pratica pastorale ma anche di particolare valore dinamico nella sollecitazione di un “ritorno al territorio, quale scenario polivalente e vincolante delle diverse azioni pastorali.
Il presente “sussidio più che offrire ricette preconfezionate e pronte per l’uso, propone il tentativo di creare mentalità, cultura attivante a partire dalla quotidianità concreta ed eterogenea e, nella fattispecie, di stimolare la parrocchia ad essere “protagonista di azioni e di relazioni significative in ambiti di vita usualmente considerati non immediatamente pertinenti all’annuncio del Vangelo".
Si fa presente che il presente Sussidio è stato pubblicato anche in tre versioni separate: "Parrocchia e Pastorale del Turismo", "Parrocchia e Pastorale dello Sport", "Parrocchia e Pastorale del Pellegrinaggio".

"Progetto culturale e pastorale del tempo libero, turismo e sport" (1999)
La “Pastorale del tempo libero, turismo e sport” si pone a servizio del “Progetto culturale orientato in senso cristiano”, promosso e sostenuto dalla Chiesa italiana. Il “Progetto” “vuole stimolare la dimensione culturale presente nel vissuto di fede dei credenti, perché acquisti certezza delle proprie radici, consapevolezza della propria ragionevole pertinenza sulle questioni vitali del nostro tempo, fiducia nelle proprie potenzialità nel dialogo e nel confronto con le culture correnti”
Il Progetto si identifica nella necessità di far emergere il profilo culturale dell’evangelizzazione in modo da costituire e consolidare principi di vita, comportamenti, linguaggi, giudizi profondamente ispirati dal vangelo.

"Pastorale del turismo, dello sport, del pellegrinaggio" (1996)
Di fronte al mutevole e variegato "mondo del turismo" l'impegno di avviare e consolidare un'efficace iniziativa pastorale ?subordinato al chiarimento di alcune esigenze di ordine metodologico. Esso prevede una lettura analitica del turismo, un'indagine delle sottese motivazioni, e infine una sua collocazione nel progetto pastorale della comunità cristiana. Se l'analisi consente di esplorare il fenomeno, la conoscenza delle motivazioni, con l'ausilio di categorie antropologiche, economiche, culturali ne favorisce la comprensione complessiva. Infine l'intenzione di estendere l'azione pastorale nel turismo induce a produrre un discernimento alla luce della fede tale da calibrare l'intervento pastorale nell'orizzonte dell'iniziativa della Chiesa con consapevolezza e competenza.

"Tempo libero, turismo e sport" (1993)
La Conferenza Episcopale Italiana, con coraggio evangelico e con lungimiranza pastorale, ha istituito una Commissione Ecclesiale e un Ufficio Nazionale per promuovere un effettivo impegno di evangelizzazione nelle nuove culture del tempo libero, turismo e sport, tanto diffuse quanto rilevanti per il nostro Paese.
Perciò nel desiderio di favorire la presenza significativa della Chiesa in tali complessi fenomeni socio-culturali, è parso utile offrire alcune indicazioni, quasi un quadro di riferimento essenziale, per un progetto di pastorale organica.
Tenendo conto della concretezza delle situazioni locali, l'obiettivo primario è la configurazione di un cammino di fede e di promozione umana che, sviluppandosi dall'interno della comunità cristiana, si riveli ricco di valori spirituali, etici e culturali.